Tartufo bianco Alba

Tartufi Ratti Alba, l’eccellenza della cucina langarola

Tutto su di noi

Un assortimento gastronomico di grande pregio

Direttamente dalla città che è il cuore pulsante delle Langhe, la ditta Tartufi Ratti Alba propone in vendita tutto il meglio della cucina locale. Prelibatezze culinarie langarole e piemontesi sono a disposizione della clientela per solleticare il palato con gusto e raffinatezza. Tra i prodotti di assoluta eccellenza c’è, naturalmente, il tartufo bianco di Alba, vero emblema di una cultura che ha reso questo territorio famoso in tutto il mondo. L’assortimento gastronomico non si esaurisce qui. Gli avventori possono deliziarsi anche con tajerin fatti in casa, salami al barolo, funghi secchi di montagna, fonduta, formaggi, confetture e sughi pronti, prodotti che si distinguono per la loro elevata qualità.

Tartufi freschi in tutte le stagioni

Presso il punto vendita c’è una sontuosa selezione di tartufi freschi. Per ogni periodo dell’anno vengono proposti prodotti differenti e tutti egualmente prelibati. Il re della produzione è il tartufo bianco Alba, a disposizione dei clienti da settembre a gennaio. In primavera si trova invece si trova il bianchetto. Lo scorzone e quello nero sono invece disponibili nelle varianti invernali che vanno da dicembre a marzo, oppure in quelle estive, da giugno a novembre. In ogni stagione, quindi, è possibile portare in tavola un gusto speciale, capace di rendere unica qualsiasi preparazione, da una semplice pasta in bianco a due uova al tegamino.

Formaggi e salumi della tradizione piemontese

In un posto magico del territorio delle Langhe e del Roero, nel centro storico di una incantevole cittadina, sorge la bottega Tartufi Ratti Alba. La conduzione del negozio è famigliare e vengono proposti in vendita solo i migliori prodotti della più classica cucina del luogo. È questa una regione con una secolare tradizione culinaria, costellata da piatti ricchi e saporiti che provengono da antiche tradizioni piemontesi. C’è quindi un vasto assortimento di salumi e di formaggi tipici, come le “Tume”, tipiche robiole del posto fatte con latte di pecora, mucca e capra, con un sapore caratteristico che varia a seconda delle percentuali di latte utilizzate.

Funghi dalle montagne e pasta fresca per piatti sublimi

Insieme ai tartufi, i funghi sono tra i prodotti più ricercati e richiesti. Nella bottega si trovano funghi porcini secchi che arrivano dalle vicine montagne, disponibili anche in vasetti confezionati pronti da servire in tavola. Per pranzi di grande qualità, si possono anche acquistare paste fresche come gli Agnolotti del Plin, il riso e i tajarin. Con questi ingredienti, semplici ma molto particolari, si possono preparare pranzi e cene di grande impatto. Un primo a base di tajarin conditi con un sugo di funghi oppure con poco burro e tartufi non conosce rivali. 

Raffinati prodotti di nicchia che insaporiscono ogni piatto

Questo ottimo ingrediente è costituito da un’alta percentuale di acqua, fibre, e sali minerali. Assorbono il loro nutrimento dalle radici degli alberi con cui vivono in simbiosi.Tale prelibatezza, in dialetto piemontese si chiama “trifola” e secondo gli esperti è in assoluto il migliore da gustare. Si tratta di un prodotto che cresce soltanto in una ristretta porzione di territorio collinare nelle Langhe, nel Roero e in parte del Monferrato. Anche se esistono altre zone italiane dove viene raccolto il tartufo bianco, spesso si tratta di produzioni che non hanno i livelli di pregio di quelli piemontesi. È un prodotto di nicchia, raffinato, tipico della cucina del Piemonte. Una piccola quantità riesce a insaporire piatti e salse.

Qualità capace di sorprendere

Proposte di eccellenza, contraddistinte da una qualità che non sconfina mai nel banale ma che rappresenta la migliore produzione locale. Gli scaffali e le vetrine di questa bottega di gastronomia sono ricolmi di ogni squisitezza. Tutto il territorio è giustamente rinomato per i tartufi, che qui si trovano in ogni momento dell’anno e sempre freschi, perché raccolti nel periodo più appropriato per rilasciare tutto il loro sapore capace di rendere ogni preparazione unica e appetitosa. Chi desidera avere maggiori informazioni in merito all’attività e ai prodotti di questo punto vendita può telefonare oppure accedere al sito web all’indirizzo www.tartufobianco.alba.cn.it.

Una regione con prodotti deliziosi

Le Langhe sono una storica regione piemontese che si trova tra le province di Asti e di Cuneo.I confini sono costituiti da un sistema di colline che è definito dai fiumi Tanaro, Bormida di Millesimo, Bormida di Spigno e Belbo. Tutta l’area è suddivisa in Bassa Langa, con altitudini che non superano i 600 metri, Alta Langa, al confine della Liguria, con quote massime attorno ai 750 metri, e Langa Astigiana, a sud della provincia di Asti. A seconda della zona vengono coltivati, raccolti ed elaborati prodotti deliziosi che caratterizzano la cucina regionale.

Il patrimonio artistico, gastronomico e culturale

La bontà davvero unica dei prodotti ha reso questa regione meta di un turismo enogastronomico internazionale. A questo si abbina la bellezza dei paesaggi e il grande patrimonio artistico e culturale, fatto di antichi castelli e monumenti, chiese abbarbicate sui pendii e piccoli nuclei urbani che possiedono una storia secolare. In questo contesto affascinante, la bottega Tartufi Ratti Alba è una delle tappe obbligate di ogni percorso. Per una sosta all’insegna del gusto, oppure per effettuare una spesa ricca di ingredienti che valorizzano ogni piatto, fermarsi presso questa realtà significa assaporare tutti i prodotti migliori della gloriosa tradizione culinaria piemontese.

La pulizia del tartufo è importante

I tartufi bianchi possono avere dimensioni differenti, grandi o piccole, ma in ogni caso devono essere puliti accuratamente da tutti i residui di terra. È importante non immergere mai un prodotto delicato come questo nell’acqua perché potrebbe assorbirla e rovinarsi in modo irrimediabile, perdendo profumo e consistenza. Per la pulizia occorre utilizzare uno spazzolino umido di durezza media e poi un panno per asciugarlo. È consigliato consumare il tartufo bianco in lamelle sottili, ottenute attraverso un apposito strumento per tagliare questi prodotti della terra che si trovano in tutti i migliori negozi di casalinghi.

Meglio usare pochi condimenti

Per assaporare questa prelibatezza al meglio è consigliato non abbinarlo a preparazioni elaborate con tante salse e condimenti. Questo ingrediente, infatti, possiede un aroma particolare, che non deve essere soffocato da un eccesso di elementi. Un uovo al tegamino è probabilmente il modo migliore per gustarlo, ma anche la carne cruda di vitello tagliata in fette molto sottili. Il tartufo si sposa perfettamente anche con la tipica fonduta preparata con la fontina piemontese.

Primi piatti al “top”

I primi piatti sono le portate dove tutto il sapore e il profumo speciale del tartufo vengono messi in risalto. Il “top” è la pasta fatta in casa, quella a base di uova su tutte. Il condimento principale deve essere il burro, accompagnato ovviamente da una dose generosa di lamelle: il risultato è assicurato. In questo spicchio di regione, la pasta all’uovo fatta in casa tradizionale risponde al nome di ”tajarin”,si tratta di tagliolini tagliati a mano in vendita anche presso la bottega Tartufi Ratti Alba. Tale bontà, così preziosa da meritare di essere assaporataa in tutto il suo gusto, lega bene anche con pappardelle, tagliatelle oppure le lasagne.

Con il riso, un connubio ideale

Per gustare fino in fondo l’aroma del re della tavola, anche i risotti sono altamente consigliabili. Il connubio tra i due, infatti, è assolutamente ideale. Anche in questo caso, però, è essenziale che il riso non venga condito con l’aggiunta di troppi ingredienti che potrebbero fare annegare il delicato sapore, mortificando le sue eccezionali qualità. Si possono preparare risotti in diverse varianti, con salse a base di formaggio. Non occorre elaborare ricette complesse, perché anche con un riso bollito e cotto al dente, con l’aggiunta di un po’ di burro o di olio extravergine di oliva,questo fantastico ingrediente riesce a sorprendere.

Scegliere vini di qualità

Quando si porta in tavola un piatto preparato con il tartufo, bisogna accompagnarlo con vini di elevata qualità che possano esaltare il profumo di questo raro ingrediente. Meglio optare per una scelta di vini morbidi e vellutati, che possano fungere da contrappunto all’aroma di questo splendido elemento senza peraltro soffocarlo. Il Dolcetto d’Alba e il Barolo, succhi d’uva rossi piemontesi, vanno benissimo, ma anche le splendide etichette friulane o trentine sono un grande accompagnamento. Tra i vini bianchi, è bene scegliere tra quelli più corposi, come il Muller Thurgau. 

La pregevolezza del Tuber magnatum

Per i gastronomi di tutto il mondo il tartufo bianco (Tuber magnatum) è quello più pregiato, sotto tutti i punti di vista. La sua superficie esterna di solito è bianca, ma può anche essere giallo ocra, mentre la polpa interna è chiara, con diverse venature scure. Il personale che lavora presso il punto vendita dei tartufi bianchi di Alba indirizza i clienti verso le scelte ottimali, preferendo i tartufi più profumati e di qualità. Dato il grande valore di questo ingrediente è molto importante acquistarlo con ponderazione, seguendo i suggerimenti di chi è più esperto. Poi, una volta a casa, ne basterà poco per rendere ogni preparazione un piatto prelibato.